1 su 14 è un’abitazione in Legno

1 su 14 è un’abitazione in Legno

Sono oltre 3.400 le nuove abitazioni in legno realizzate nel corso del 2015: il 7% sul totale dei permessi per costruire, ovvero 696 milioni di valore delle costruzioni in legno costruite fra residenziali e non. Ecco i numeri del Secondo Rapporto Case ed Edifici in Legno basati sui dati forniti da 218 aziende per l’anno 2015, fra cui anche i principali operatori della realizzazione di Edifici a struttura portante in legno.

Lo studio, condotto dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi per conto di Assolegno, si è focalizzato su punti specifici d’indagine:

  1. Numero di Edifici costruiti, residenziali e non;
  2. Tecnica Costruttiva più diffusa;
  3. Distribuzione territoriale delle aziende e del loro fatturato;
  4. Numero di abitazioni costruite per Regione;
  5. Stima del Mercato Nazionale;
  6. Confronto dell’Industria delle Costruzioni in Italia con la produzione di Edifici prefabbricati in legno degli altri Paesi Europei.
 

Il quadro che ne risulta è decisamente positivo, il trend infatti è in controtendenza rispetto ad un settore come quello dell’edilizia che soffre ancora di un calo degli investimenti su nuova edilizia residenziale del 6,8% sull’anno precedente. Proprio questo trend positivo delle costruzioni in legno, che pare non arrestarsi considerando il 4° posto del nostro Paese nella classifica dei produttori di edifici in legno, rappresenta una boccata di aria fresca per tutto il settore edilizio in quanto ha potuto mantenere i livelli produttivi del 2014 grazie all’aumento delle richieste per nuove costruzioni in legno.

Lo studio ha mostrato anche quali Regioni rappresentano il fiore all’occhiello dell’Italia per fatturato e distribuzione di edifici in legno: la più attiva in termini di fatturato è il Trentino Alto Adige, con il 46% del totale. La Lombardia, invece, risulta la Regione con il più altro numero di aziende attive stabilmente nel settore dell’edilizia in legno, con 51 aziende per la precisione, pari al 21% del totale. In relazione alla maggior presenza delle abitazioni in legno nel territorio italiano, la Lombardia è al primo posto con il 20% delle costruzioni realizzate, seguita a ruota dal Veneto con il 18%, e l’Emilia Romagna con il 15%.

“Oggi gli edifici in legno non sono più una nicchia bensì un segmento di mercato”, commenta Emanuele Orsini, “le imprese italiane hanno un patrimonio di eccellenza tutto da valorizzare, basti pensare alle strutture di Expo 2015, dove il legno ha giocato un ruolo fondamentale: il legno ha garantito ottime tempistiche di realizzazione e ha permesso la costruzione di edifici che non moriranno, come infinita è la vita di questo materiale naturale e sostenibile per eccellenza”. L’albero che cresce nella foresta vive anche per continuare il ciclo della vita sul nostro Pianeta perché è proprio la sua lenta crescita a trasforma CO2 in nuovo ossigeno. L’edificio in legno quindi rappresenta questa stessa logica. “Non si tratta solo di una scelta etica, ma di una necessità”, aggiunge Claudio Giust, presidente del Gruppo Case ed Edifici a Struttura di Legno di Assolegno. “La cultura del mantenimento è l’unica alternativa allo sviluppo incontrollato delle attività produttive. Le tecniche costruttive prevalentemente utilizzate sono il Sistema a Telaio e l’X-Lam, insieme coprono oltre il 90% del costruito.”

Lo stesso presidente di FederlegnoArredoEmanuele Orsini,  spiega come: “Quelli che leggiamo nel rapporto sono numeri significativi, ma ancor più importante è che confermano la capacità delle nostre imprese di proporre al mercato soluzioni in grado di raggiungere prestazioni eccezionali in termini di risparmio energetico, sostenibilità, sicurezza antisismica e competitività economicaChe si tratti di un edificio adibito a uso privato o di una struttura pubblica, il legno riesce a garantire tempistiche e risultati che lo pongono al di sopra di tutti gli altri materiali per costruzione. E non più solo in Italia. Come dimostra la ricerca presentata oggi, le case in legno “made in Italy” sono infatti sempre più apprezzate anche all’estero tant’è che l’export ha superato per la prima volta il livello dell’import”Soddisfatto anche Marco Vidoni, presidente Assolegno: “Ho fortemente voluto questa seconda edizione del rapporto perché ritengo fondamentale porre l’accento sull’importante contributo di ricerca e sviluppo che le nostre aziende stanno fornendo per realizzare edifici belli e sicuri in qualunque territorio vengano realizzati”.

 

Cerchi approfondimenti sui vantaggi del vivere in una casa in legno e le tecniche costruttive più utilizzate per realizzarle?

Visita la sezione Progetto Casa del nostro sito e chiedi informazioni specifiche compilando il form Preventivo Casa, ti contatteremo al più presto!

No Comments

Post a Comment